Lista Codici Errori e Avvisi Impianti ABB Power-One

Lista Codici Errori e Avvisi Impianti ABB Power-One

Questa la Lista dei Codici Errori e Avvisi (Warning) più frequenti, riscontrati su impianti fotovoltaici ABB Power-One

 


 

Codice Errore Definizione
E002 Input Over Current si manifesta quando la corrente di ingresso dell’inverter eccede la soglia di massima corrente di ingresso dell’inverter.
Poichè gli inverter sono in grado di limitare la corrente estratta dal generatore fotovoltaico, l’errore di Input OC non può fisicamente manifestarsi se non per un problema interno all’inverter che può essere legato al circuito di misura (guasto del sensore di corrente).
Si consiglia di contattare il servizio di assistenza.
E002 Input Over Voltage Si tratta di un allarme che viene sollevato quando la tensione di ingresso dell’inverter eccede la soglia di Input OV dell’inverter stesso. Ogni inverter ha una soglia assoluta oltre la quale l’inverter si danneggia ed una soglia (inferiore rispetto alla soglia di danneggiamento) superata la quale l’inverter non si danneggia ma non entra in servizio. E’ necessario misurare con uno strumento esterno la tensione di ingresso dell’inverter , l’allarme può essere causato da cause esterne all’inverter come un'errata configurazione oppure da cause interne per un malfunzionamento nel circuito di misura
E003 No Parameters Errore di comunicazione interna tra due dispositivi DSP. E’ impossibile effettuare delle verifiche di reale problema o meno; l’inverter deve essere spedito in assistenza. Si consiglia di contattare il servizio di assistenza.
E004 Bulk Over Voltage I condensatori di bulk sono i condensatori di uscita dei convertitori di ingresso (DC/DC) ovvero di ingresso del convertitore di uscita (DC/DC). La tensione ai capi di questi condensatori viene monitorata per assicurarsi che non salga a valori pericolosi per i condensatori stessi e che potrebbero causare il danneggiamento dei componenti e quindi il fuori servizio dell’inverter oltre che per assicurarsi che abbia valore sufficiente da permettere il corretto funzionamento dell’inverter. L’allarme viene sollevato quando la tensione ai capi dei condensatori di bulk supera la soglia di Over Voltage (soglia interna non modificabile).
L’allarme può essere causato da cause esterne all’inverter: una eccessiva tensione di ingresso dell’inverter può essere rilevata come condizione di overvoltage di bulk. In questo caso è consigliabile verificare la tensione di ingresso dell’inverter e qualora questo valore sia prossimo alla soglia di OV di ingresso rivedere la configurazione del generatore fotovoltaico.
L’allarme può essere causato da cause interne all’inverter: un malfunzionamento del circuito di start-up dei convertitori di ingresso (che non riescono a stabilizzare la tensione di bulk al valore corretto) oppure al circuito di misura della tensione di bulk, può causare la generazione dell’allarme. In questo caso è necessario sostituire l’inverter.
Si consiglia di contattare il servizio di assistenza.
E005 Communication Error L’allarme si verifica quando sono presenti problemi di comunicazione tra i DSP ed il microprocessore dell’inverter.
Si tratta di un errore interno alla macchina: le cause sono generalmente di natura HW e si rende necessaria la sostituzione dell’inverter.
Si consiglia di contattare il servizio di assistenza.
E006 OutPut Over Current L’errore E006 si manifesta quando la corrente di uscita dell’inverter eccede la soglia di massima corrente di uscita dell’inverter.
Poiché gli inverter sono in grado di limitare la corrente immessa in rete, l’errore di Output OC non può fisicamente manifestarsi se non per un problema interno all’inverter che può essere legato al circuito di misura (guasto del sensore di corrente) oppure per un guasto temporaneo sulla rete, al quale si accompagna generalmente l’intervento della protezione di massima corrente installata a valle dell’inverter.
E007 IGBT Saturation L’allarme viene sollevato quando uno dei dispositivi attivi dell’inverter si trova nello stato di saturazione.
Le cause dell’allarme possono essere molteplici e non tutte riconducibili ad un guasto interno all’inverter.
Una volta che si manifesta l’errore, l’inverter si ripristina e tenta di riprendere il funzionamento: se l’errore è legato ad un guasto interno, allora l’errore continuerà a manifestarsi in modo sistematico e quindi è necessaria la sostituzione dell’inverter; nel caso in cui l’errore si verifichi “spot”, può essere indotto da una brusca transizione della tensione di rete oppure della tensione di ingresso dell’inverter o ancora da una dispersione temporanea lato DC (talmente rapida da non permettere l’intervento della protezione per corrente di dispersione – la protezione di anti-saturazione degli IGBT è più veloce della protezione Ileak): in questi casi l’inverter riprenderà il suo funzionamento.
E009 Internal Error L’allarme è generato da un malfunzionamento interno dell’inverter.
L’allarme è generato da un malfunzionamento interno dell’inverter, si rende necessaria la sostituzione dell’inverter.
Si consiglia di contattare il servizio di assistenza.
E010 Bulk Low I condensatori di bulk sono i condensatori di uscita dei convertitori di ingresso (DC/DC) ovvero di ingresso del convertitore di uscita (DC/DC). La tensione ai capi di questi condensatori viene monitorata per assicurarsi che non salga a valori pericolosi per i condensatori stessi e che potrebbero causare il danneggiamento dei componenti e quindi il fuori servizio dell’inverter oltre che per assicurarsi che abbia valore sufficiente da permettere il corretto funzionamento dell’inverter. L’allarme viene sollevato quando la tensione ai capi dei condensatori di bulk non raggiunge la soglia per il funzionamento dell’inverter (soglia interna non modificabile).
L’allarme può essere causato da cause esterne all’inverter: una tensione di ingresso dell’inverter ridotta (di poco superiore alla tensione di attivazione) ma alla quale non si accompagna una sufficiente disponibilità di potenza da parte del generatore fotovoltaico (condizione tipica delle fasi con scarso irraggiamento) può essere rilevata come condizione di undervoltage di bulk. Se il problema si manifesta in maniera sistematica anche in condizioni di elevato irraggiamento, verificare che la tensione di ingresso dell’inverter sia superiore alla tensione di attivazione; nel caso in cui non lo sia, può essere necessarioi rivedere la configurazione del generatore fotovoltaico (aumentando il numero di pannelli in serie per ciascuna stringa). L’allarme può essere causato da cause interne all’inverter: un malfunzionamento del circuito di start-up dei convertitori di ingresso (che non riescono a stabilizzare la tensione di bulk al valore corretto) oppure al circuito di misura della tensione di bulk, può causare la generazione dell’allarme. Se il problema si manifesta in maniera sistematica anche in condizioni di elevato irraggiamento e con tensione di ingresso significativamente maggiore della tensione di attivazione, può essere necessario sostituire l’inverter.
E011 Ramp Fail Si tratta di un allarme che qualora si manifesti, si presenta al mattino ovvero all’avvio dell’inverter. All’avvio infatti i convertitori di ingresso (DC/DC), per innalzare il livello della tensione di bulk effettuano una rampa lineare che si interrompe quando la tensione raggiunge il livello previsto per il normale funzionamento. Durante l’avvio viene controllata la tensione di bulk in modo da assicurarsi che la rampa di tensione sia effettuata correttamente ovvero che la tensione di bulk raggiunga il valore previsto nei tempi previsti. Qualora la tensione non cresca fino a raggiungere il valore di regolazione come da attese, viene sollevato l’errore E011.
L’allarme può essere generato da una ridotta disponibilità di potenza di ingresso: in condizioni di ridotto irraggiamento, infatti, a fronte di una tensione che può superare la tensione di attivazione dell’inverter, non si ha corrispondente disponibilità di potenza (in quanto la potenza è direttamente proporzionale all’irraggiamento). Al momento dell’accensione dei convertitori di ingresso, quindi, l’assenza di potenza dal generatore fotovoltaico potrebbe causare l’impossibilità di caricare correttamente i condensatori di bulk e quindi causare la generazione dell’allarme. Qualora si manifesti con queste modalità, l’aumento della tensione di attivazione può risolvere il problema in quanto causa l’attivazione dell’inverter in condizioni di tensione di ingresso più elevate a cui solitamente corrisponde una maggiore disponibilità di potenza.
L’errore può anche essere causato a problemi interni all’inverter (errore sistematico ovvero l’inverter tenta la connessione in rete ma rimane “bloccato” a causa di questo errore; in questo caso si rende necessaria la sostituzione dell’inverter.
Si consiglia di contattare il servizio di assistenza.
E012 DC/DC Fail Il microprocessore che svolge funzione di supervisore non è in grado di stabilire la comunicazione con il DSP di controllo dei convertitori di ingresso.
L’allarme è solitamente legato a cause interne all’inverter e tipicamente richiede la sostituzione dell’inverter.
Si consiglia di contattare il servizio di assistenza.
E013 Wrong Mode L’allarme E013 viene generato unicamente quando l’inverter è configurato per lavorare con un singolo MPPT (ovvero configurazione in parallelo dei due MPPT). In questa particolare configurazione l’inverter effettua il controllo della tensione di ingresso di ciascuno dei due canali e se le due tensioni differiscono tra loro per più di 20Vdc viene sollevato l’allarme.
Per capire se l’allarme è reale o meno, è necessario verificare che i due canali di ingresso siano configurati in parallelo e misurare la tensione ai morsetti di ciascun ingresso dell’inverter. Se la differenza di tensione di ingresso tra i due canali è superiore a 20Vdc, si ha la generazione dell’allarme Wrong Mode – E013.
L’allarme è solitamente legato a cause esterne all’inverter ovvero ad un’errata configurazione dei canali di ingresso: se l’inverter (erroneamente) viene configurato con i canali in parallelo ma non vengono montati i ponticelli di parallelo tra i due ingressi, qualora le stringhe abbiano un numero di pannelli in serie differenti tra loro oppure abbiano condizioni di inclinazione/orientamento tali da causare una differenza di tensione di ingresso tra i due canali superiore a 20Vdc, si ha la generazione dell’allarme. Peraltro la generazione dell’allarme permette quindi di accertare la presenza di un errore di realizzazione dell’impianto.
E014 Over Temperature L’allarme E014 viene generato quando viene rilevata una temperatura interna dell’inverter superiore alla soglia di overtemperature.
La generazione di questo allarme può essere legata a circostanze ambientali ovvero legate al funzionamento dell’inverter in ambienti particolarmente caldi oppure in ambienti in cui l’inverter non è in grado di smaltire il proprio calore interno (ambienti con ridotta circolazione d’aria in prossimità dell’inverter). Per gli inverter indoor può essere indotto dalla presenza di sporco che blocca le ventole di raffreddamento. Qualora si riscontri in condizioni di temperatura ambiente entro il range di funzionamento dell’inverter ed anche a ridotti livelli di potenza, le cause di Overtemperature possono essere anche legate a problemi interni dell’inverter (problemi nella misura della temperatura interna) e quindi la sostituzione dell’inverter può essere necessaria.
si consiglia di contattare il servizio di assistenza.
E015 Bulk Capacitor Fail L’allarme E015 viene generato quando viene rilevato un problema nei condensatori di bulk.
L’allarme si manifesta solitamente in presenza di un guasto di uno dei condensatori di bulk.
si consiglia di contattare il servizio di assistenza.
E016 Inverter Fail Il microprocessore che svolge funzione di supervisore non è in grado di stabilire la comunicazione con il DSP di controllo dei convertitori di ingresso.
L’allarme è solitamente legato a cause interne all’inverter e tipicamente richiede la sostituzione dell’inverter.
E017 Start Timeout All’avvio i convertitori di ingresso (DC/DC), per innalzare il livello della tensione di bulk effettuano una rampa lineare che si interrompe quando la tensione raggiunge il livello previsto per il normale funzionamento. Durante l’avvio viene controllata la tensione di bulk in modo da assicurarsi che la rampa di tensione sia effettuata correttamente ovvero che la tensione di bulk raggiunga il valore previsto nei tempi previsti. Qualora la tensione non cresca come da attese, ovvero nei tempi di salita attesi, viene sollevato l’errore E017.
L’allarme può essere generato da una ridotta disponibilità di potenza di ingresso: in condizioni di ridotto irraggiamento, infatti, a fronte di una tensione che può superare la tensione di attivazione dell’inverter, non si ha corrispondente disponibilità di potenza (in quanto la potenza è direttamente proporzionale all’irraggiamento). Al momento dell’accensione dei convertitori di ingresso, quindi, l’assenza di potenza dal generatore fotovoltaico potrebbe causare l’impossibilità di caricare correttamente i condensatori di bulk e quindi causare la generazione dell’allarme. Qualora si manifesti con queste modalità, l’aumento della tensione di attivazione può risolvere il problema in quanto causa l’attivazione dell’inverter in condizioni di tensione di ingresso più elevate a cui solitamente corrisponde una maggiore disponibilità di potenza.
L’errore può anche essere causato a problemi interni all’inverter (errore sistematico ovvero l’inverter tenta la connessione in rete ma rimane “bloccato” a causa di questo errore; in questo caso si rende necessaria la sostituzione dell’inverter:.
si consiglia di contattare il servizio di assistenza.
E018 Ground Fault Gli inverter ABB Power-One “TL” una volta connessi alla rete controllano lo stato di isolamento del generatore fotovoltaico attraverso il controllo della corrente di dispersione attraverso un sensore di corrente differenziale posto all’uscita dell’inverter. Il sensore è in grado di rilevare le dispersioni sia di natura DC che di natura AC che possono manifestarsi all’interno dell’inverter e nella sezione DC dell’impianto. L’allarme E018 viene generato quando viene rilevata una corrente di dispersione a terra all’interno dell’inverter o nella sezione DC dell’impianto. L’allarme si accompagna all’accensione del LED rosso sul frontale dell’inverter.
Gli inverter ABB Power-One Aurora sono dotati di un dispositivo di protezione contro i guasti verso terra in conformità allo standard di sicurezza imposto in Germania dalla Norma VDE V 0126-1-1:2006-02. Tutti gli inverter di stringa Aurora commercializzati in Europa beneficiano di questa protezione, ivi comprese le versioni disponibili per il mercato italiano.
In particolare gli inverter ABB Power-One Aurora sono dotati di una ridondanza sulla lettura della corrente di dispersione a terra sensibile a tutte le componenti della corrente, sia continua che alternata. La misura della corrente di dispersione verso terra viene effettuata contemporaneamente e in modo indipendente da 2 processori diversi: e’ sufficiente che uno dei due rilevi una anomalia per far scattare la protezione, con il conseguente distacco dalla rete ed arresto del processo di conversione.
Esiste una soglia assoluta di 300mA della corrente di dispersione totale AC+DC con tempo di intervento della protezione a max. 300msec.
In aggiunta sono presenti altri tre livelli di scatto con soglie rispettivamente a 30mA/sec, 60mA/sec e 150mA/sec per coprire le variazioni “rapide” della corrente di guasto indotte da contatti accidentali con parti attive in dispersione. I tempi di intervento limite si riducono progressivamente al crescere della velocità di variazione della corrente di guasto e, partendo dai 300msec/max per la variazione di 30mA/sec si riducono rispettivamente a 150msec e 40msec per variazioni di 60mA e 150mA.
Da notare, comunque, che il dispositivo integrato protegge il sistema contro i soli guasti verso terra che si verificano a monte dei morsetti AC dell’inverter (cioè verso il lato DC dell’impianto fotovoltaico e quindi verso i moduli fotovoltaici). Le correnti di dispersione che possono verificarsi nel tratto AC compreso tra il punto di prelievo/immissione e l’inverter, non sono rilevate e necessitano di un dispositivo di protezione esterno. E’ consigliabile l’utilizzo di un interruttore con protezione magneto-termica differenziale di tipo A oppure AC con corrente di intervento di 300mA in modo da evitare falsi interventi, dovuti alla normale corrente di dispersione capacitiva dei moduli fotovoltaici.
La protezione come descritta sopra interviene in caso di dispersioni dal lato DC che si manifestino durante il funzionamento in parallelo con la rete e quindi è necessario verificare lo stato di isolamento del generatore fotovoltaico rispetto a terra.
Successivamente alla notifica dell’allarme, l’inverter effettua un nuovo tentativo di connessione alla rete: nel caso di dispersioni importanti e persistenti è possibile che la successiva connessione alla rete l’inverter non si completi in modo corretto a causa di una ridotta resistenza di isolamento del generatore fotovoltaico. In ogni caso è consigliabile verificare il valore di resistenza di isolamento del generatore fotovoltaico rispetto a terra.
Oltre al fenomeno di cui sopra, è possibile che l’inverter generi il messaggio di allarme E018 anche per correnti di dispersione AC legate alla natura capacitiva del generatore fotovoltaico rispetto a terra. Gli inverter Power One Aurora sono realizzati secondo una architettura “transformerless”, ossia privi di isolamento elettrico tra l’ingresso e l’uscita. La scelta di questa soluzione rende, durante il funzionamento in parallelo alla rete, flottanti rispetto al potenziale di terra entrambi i terminali positivo e negativo del generatore fotovoltaico. Ne consegue che i pannelli fotovoltaici in ingresso all’inverter sono sottoposti ad una differenza di potenziale rispetto a terra che è variabile a seconda della tipologia di inverter (i modelli monofase ed i modelli trifase mostrano un comportamento diverso) e delle condizioni di funzionamento (ovvero: capacità di accoppiamento a terra e condizioni ambientali).
In particolare gli inverter monofase sono caratterizzati da una componente di tensione di “modo comune” tra i terminali di ingresso e terra del tipo pulsante a 50Hz, mentre gli inverter trifase non hanno componenti rilevanti a 50Hz, ma una modulazione di puro modo comune a 150Hz e di forma triangolare (cosiddetta “space vector modulation”, un effetto desiderato per migliorare l’efficienza di conversione a valori di tensione DC più bassi rispetto a quelli dei sistemi trifase convenzionali).
A questa premessa si aggiungono le caratteristiche intrinseche del generatore fotovoltaico. I pannelli che compongono il generatore fotovoltaico occupano grandi superfici e le celle costituiscono una eccellente “armatura” di un condensatore parassita rispetto a terra. Si può quindi manifestare una corrente di dispersione di natura capacitiva, legata alla natura capacitiva del generatore fotovoltaico. Tale corrente capacitiva è legata, come detto, alla riflessione nella sezione DC di una componente alternata della tensione che come tale causa il passaggio di corrente verso terra che può essere “individuata” dall’inverter. In questo caso l’allarme si manifesta in modo “sporadico” e può essere causato da sbalzi della tensione di rete che causano una elevata velocità di variazione della corrente di dispersione.
Effettuare la diagnostica dell’errore non è semplice in quanto generalmente si accompagna a fenomeni transitori (es. distorsione di tensione di rete). Una verifica che può essere fatta riguarda gli scaricatori di sovratensione lato DC esterni (se presenti): qualora questi scaricatori non avessero caratteristiche adeguate all’utilizzo (tensione residua inferiore al picco di tensione di ingresso che il generatore fotovoltaico può mostrare), potrebbero entrare in conduzione generando correnti di dispersione lato DC che verrebbero quindi “sentite” dalle protezioni integrate nell’inverter. Qualora l’errore si manifesti in modo periodico in concomitanza con la scansione del generatore fotovoltaico (funzione MPPT Scanning abilitata), è possibile che sia dovuto proprio all’intervento intempestivo degli scaricatori di sovratensione. In questi casi la rimozione degli scaricatori e la forzatura della scansione del generatore fotovoltaico permette di accertare l’effettiva causa di generazione dell’allarme.
E019 I leakage Sensor Fail Prima di connettersi alla rete l’inverter effettua la misura della resistenza di isolamento, controlla i parametri (ampiezza e frequenza) della tensione di rete ed effettua una serie di test di auto-diagnostica. Uno di questi test riguarda il sensore della corrente di leakage ovvero della corrente di dispersione. Il test viene effettuato “forzando” nel sensore della corrente di dispersione una corrente di valore noto: il microprocessore confronta il valore letto con il valore noto.
L’errore viene generato se il confronto tra il valore letto ed il valore noto durante il test non rientra nella tolleranza ammessa.
L’allarme è legato ad un test di auto-diagnostica dell’inverter e quindi non c’è modo di testare la veridicità dell’errore attraverso test esterni.
Le cause dell’allarme possono essere molteplici ma tutte riconducibili a cause interne all’inverter. Per la natura dell’allarme, questo si può manifestare unicamente prima della connessione alla rete: nel caso si verifichi la condizione di allarme, l’inverter effettua un nuovo tentativo di connessione ripetendo i controlli preliminari all’entrata in servizio. E’ possibile che l’inverter che manifesta l’allarme una prima volta, ad un secondo tentativo riesca a completare con successo il controllo del sensore della corrente di dispersione e quindi il parallelo con la rete. Tuttavia trattandosi del fault di un controllo di auto-diagnostica, il problema è da ricondurre all’inverte.
si consiglia di contattare il servizio di assistenza.
E023 DC Injection Error

Trattandosi di inverter senza trasformatore, gli inverter ABB Power-One integrano una protezione contro l’immissione di corrente continua in rete ovvero sono in grado di individuare la condizione in cui l’inverter eroga in rete (sovrapposta alla componente alternata) una componente di corrente continua superiore allo 0,5% della corrente nominale di uscita dell’inverter, secondo quanto prescritto dalle Norme vigenti in tema di connessione alla rete di distribuzione dell’energia elettrica. Questo controllo è effettuato dalla logica di gestione dell’inverter a partire dalla misura della corrente di uscita dell’inverter.
L’errore viene generato se la componente continua della corrente iniettata in rete eccede la soglia dello 0,5% della corrente nominale di funzionamento dell’inverter.
Per verificare se la condizione di allarme è realmente presente o meno è necessario ricercare tra le possibili cause di generazione dell’allarme.

L’errore E023 può essere indotto da diverse cause:
In presenza di tensione di rete fortemente distorta l’inverter potrebbe generare questo errore. La tensione di rete potrebbe essere distorta dall’inserzione sulla rete di carichi fortemente induttivi che (con i loro assorbimenti di corrente) possono causare un aumento della distorsione di tensione.
In presenza di brusche variazioni di irraggiamento e quindi di potenza di ingresso/uscita. In questo caso si tratta di un fenomeno transitorio che può causare la segnalazione dell’errore.
In caso di guasto dell’inverter.

In ogni caso l’errore è “autoripristinante” ovvero l’inverter non si blocca a causa dell’errore E023: una volta che si è verificato l’errore E023, l’inverter prova a ripartire. Appare evidente che una ripetizione sistematica dell’errore E023, sarà essere indice di un guasto all’inverter, mentre una ripetizione sporadica dell’errore sarà indice di una delle altre cause di generazione dell’allarme.

E024 Internal Error Si tratta di un allarme legato al mancato riconoscimento dello stato di uno dei due DSP da parte del microprocessore.
Si tratta di un allarme generato dal microprocessore e che definisce una auto-diagnostica dell’inverter, quindi se l’allarme si verifica è reale.
Potrebbe essere generato da un problema di rumore sulla linea CAN Bus tra il microprocessore ed i DSP oppure da un problema HW di connessione tra i dispositivi o di danneggiamento di uno dei dispositivi.
Per verificare se si tratta di un problema di rumore sulla linea CAN Bus tra i dispositivi, verificare se l’errore è sistematico oppure sporadico accendendo e spegnendo più volte l’inverter e verificando se l’errore è sempre presente oppure no.
Qualora l’errore sia sistematico, si consiglia di contattare il servizio di assistenza.
E025 Isolation Impedance

Trattandosi di inverter senza trasformatore, gli inverter ABB Power-One prima di connettersi alla rete di distribuzione dell’energia, devono accertarsi dello stato di isolamento del generatore fotovoltaico rispetto a terra e pertanto effettuano una misura della resistenza di isolamento della sezione DC dell’impianto. Qualora la misura della resistenza di isolamento misurata dall’inverter sia inferiore ad 1Mohm, l’inverter non si connette alla rete e mostra a display l’errore “Riso Low” (non viene mostrato il codice d’allarme: E025 è l’identificativo dell’allarme che viene salvato nel log dei fault all’interno della memoria dell’inverter).
L’allarme per bassa resistenza di isolamento è reale in caso di dispersione dal lato DC dell’impianto. Per verificare se l’allarme è reale o meno è necessario effettuare una misura della resistenza di isolamento della sezione DC dell’impianto attraverso un dispositivo di misurazione della resistenza di isolamento. La misura dell’isolamento si realizza mettendo in corto circuito il generatore fotovoltaico (possibilmente stringa per stringa in modo da parzializzare il generatore fotovoltaico) e misurando la resistenza di isolamento tra il punto di corto circuito e terra applicando una tensione dell’ordine di qualche centinaio di volt (tipicamente i tester di isolamento hanno tensioni di test variabili a step di 100-150Vdc fino ad un massimo di 1000Vdc).
Un altro modo per verificare la presenza di dispersioni nella sezione DC dell’impianto è quello di misurare con un comune tester la tensione tra il polo positivo del generatore fotovoltaico e terra e successivamente tra il polo negativo e terra. In assenza di perdite di isolamento, la tensione misurata nei due casi avrà lo stesso valore assoluto (segno opposto) e scenderà fino a zero con la stessa costante di tempo per il polo positivo e per il polo negativo. Una tensione iniziale sbilanciata è sinonimo di una dispersione nel generatore fotovoltaico.

Le cause dell’allarme possono essere molteplici, tutte riconducibili a perdite di isolamento nella sezione DC dell’impianto:
Pannello/i danneggiato/i (caso non molto frequente).
Scatola/e di giunzione di uno dei pannelli non correttamente sigillata/e e quindi tale/i da permettere infiltrazioni di acqua e/o umidità.
Problemi nelle connessioni tra i pannelli (nel senso di connettori non perfettamente inseriti nella rispettiva controparte oppure non perfettamente serrati e quindi vittime di infiltrazioni di acqua con conseguente aumento della dispersione e riduzione della R-iso).
Scarsa qualità delle giunzioni di cavo (se presenti).
Presenza nella sezione DC di scaricatori di sovratensione esterni all’inverter non idonei all’applicazione (tensione di innesco ridotta rispetto alle caratteristiche delle stringhe del generatore fotovoltaico) oppure danneggiati.
Presenza di umidità all’interno dell’eventuale quadro di campo (in ogni caso l’umidità aumenta la dispersione e quindi può essere causa della diminuzione della resistenza di isolamento).

E031 Wrong V measure Negli inverter di stringa sono presenti due dispositivi che si occupano di effettuare la misura della tensione dei rete: il DSP che controlla i convertitori di ingresso DC/DC ed il DSP che controlla il convertitore di uscita DC/AC. I due valori misurati vengono poi confrontati dal microprocessore che svolge funzione di supervisore. Qualora si presenti una differenza tra i due valori, viene generato l’allarme. L’allarme si manifesta in presenza di sbalzi della tensione di rete che danno luogo a valori misurati dai due DSP differenti tra loro.
Per riconoscere se l’allarme è legato ad un malfunzionamento dell’inverter è necessario verificare se l’allarme è sistematico (continuo, per cui l’inverter non riesce a connettersi alla rete e/o a rimanere connesso alla rete) oppure se saltuario. E’ necessario verificare quale sia il comportamento della tensione di rete nei periodi in cui l’allarme si manifesta.
Sbalzi di tensione di rete possono originare l’allarme. Tali sbalzi possono essere indotti da commutazioni di carichi sulla stessa rete a cui sono collegati gli inverter oppure dall’inserimento di carichi fortemente reattivi (motori, saldatrici) o ancora di gruppi di rifasamento.
E033 Under Temperature L’allarme si manifesta quando l’inverter rileva una temperatura interna inferiore a -20°C.
Poiché il sensore di temperatura è alloggiato all’interno dell’inverter non è possibile alcuna verifica.
Generalmente l’errore è accompagnato ad un danneggiamento del sensore di temperatura interno all’inverter e richiede la sostituzione dell’inverter.
E037 Amorphous Fail Questo errore può manifestarsi soltanto qualora la modalità “Amorphous” sia abilitata. Questo errore si manifesta quando la tensione Vg ai capi della resistenza di polarizzazione del polo negativo del generatore fotovoltaico supera 30V per più di 30 minuti oppure 120V per più di un secondo.
E038 Mid Bulk Overvoltage Questo errore può manifestarsi soltanto qualora la modalità “Amorphous” sia abilitata. Questo errore si manifesta quando la tensione Vg ai capi della resistenza di polarizzazione del polo negativo del generatore fotovoltaico supera 30V per più di 30 minuti oppure 120V per più di un secondo.

 

Avvisi (Warning)

Questo tipo di errore è mappato all’interno del W003

Codice Errore Definizione
W001 Sun Low Non si tratta di un errore ma di un avviso: l’inverter rileva che la tensione di ingresso non è sufficiente a permettere il funzionamento in parallelo con la rete e quindi non è in grado esportare potenza in rete. Si tratta di uno stato di funzionamento che normalmente ed inevitabilmente si può manifestare nell’arco della giornata, in particolare nei periodi in cui l’irraggiamento è basso (prima dell’attivazione al mattino ed allo spegnimento alla sera).
E’ necessario misurare con uno strumento esterno la tensione di ingresso dell’inverter (misurandola direttamente all’interno dell’inverter, sui faston a cui sono collegati i cablaggi di ingresso provenienti dai morsetti MC oppure dal sezionatore DC – nei modelli –S e –FS): se la tensione di ingresso dell’inverter risulta essere inferiore alla tensione di attivazione dell’inverter e l’inverter si trova nello stato “Attesa Sole” allora il funzionamento è regolare; se la tensione di ingresso dell’inverter risulta essere superiore alla tensione di attivazione dell’inverter e l’inverter si trova nello stato “Attesa Sole” allora si tratta di un allarme indotto da un malfunzionamento del circuito di lettura della tensione di ingresso dell’inverter.
L’allarme può essere causato da cause esterne all’inverter (allarme reale): una errata configurazione del generatore fotovoltaico oppure una configurazione “al limite” per quanto riguarda la minima tensione di ingresso dell’inverter. In questi casi è necessario modificare la configurazione del generatore fotovoltaico aumentando il numero di pannelli in serie per ciascuna stringa. L’allarme può essere causato da cause interne all’inverter (allarme non reale): un malfunzionamento nel circuito di misura della tensione di ingresso dell’inverter. In questo caso è necessario sostituire l’inverter.
W002 Input Under Voltage Non si tratta di un errore ma di un avviso: l’inverter rileva che la tensione di ingresso non è sufficiente a permettere il funzionamento in parallelo con la rete e quindi non è in grado esportare potenza in rete. Si tratta di uno stato di funzionamento che normalmente ed inevitabilmente si può manifestare nell’arco della giornata, in particolare nei periodi in cui l’irraggiamento è basso (prima dell’attivazione al mattino ed allo spegnimento alla sera).
L’avviso può anche essere sollevato a causa di un problema sull’inverter: per capire se si tratta di un problema dell’inverter, misurare la tensione di ingresso dell’inverter con uno strumento esterno (multimetro). Se la tensione misurata risulta essere superiore alla tensione di attivazione ma l’inverter continua a rimanere nello stato “Attesa Sole”, si tratta di un problema dell’inverter legato ad un malfunzionamento del circuito di misura della tensione di ingresso.
W003 Grid Fail Gli inverter per connessione alla rete sono dei generatori di corrente che effettuano la conversione della potenza estratta dal generatore fotovoltaico in potenza iniettata nella rete. Da un punto di vista elettrotecnico il funzionamento degli inverter può quindi essere assimilato a quello di un generatore di corrente che lavora in parallelo ad un generatore di tensione (la rete AC). Per questo motivo gli inverter non sono in grado di sostenere la tensione di rete (cioè non sono capaci di alimentare carichi in isola) e necessitano della tensione di rete per poter esportare potenza in rete.
L’allarme W003 è di fatto l’avviso di assenza rete da parte dell’inverter ovvero del fatto che la tensione di rete non è presente e quindi l’inverter non è in grado di esportare potenza in rete.
W005 Grid Under Voltage Questo tipo di errore è mappato all’interno del W003
W005 Grid Over Frequency Questo tipo di errore è mappato all’interno del W003
W005 Grid under Frequency Questo tipo di errore è mappato all’interno del W003
W0010 Fan Fail Gli inverter di stringa in versione OUTD sono dotati di ventole controllate in temperatura che hanno il compito di miscelare l’aria all’interno della meccanica dell’inverter al fine di evitare ristagni di aria calda nella parte superiore dell’inverter. Le ventole sono, come detto, controllate in temperatura e quindi si attivano solo qualora la temperatura interna dell’inverter supera valori impostati a livello di FW di gestione della macchina. L’avviso W010 “Fan Fail” viene generato dall’inverter quando l’inverter rileva che la ventola (pur alimentata) non ruota. Negli inverter OUTD il funzionamento della ventola non è mandatorio nel senso che l’inverter non blocca la produzione di energia. L’avviso si accompagna al lampeggio del led giallo durante il funzionamento dell’inverter. Gli inverter di stringa in versione indoor sono dotati di ventole il cui compito è quello di aspirare aria fresca dall’esterno dell’inverter (ovvero dall’ambiente in cui l’inverter è installato) e raffrescare il dissipatore a cui sono termicamente accoppiati i dispositivi di conversione. L’avviso W010 “Fan Fail” viene generato dall’inverter quando l’inverter rileva che una delle due ventole (pur alimentata) non ruota. Poiché le ventole sono ridondanti, una sola ventola è sufficiente a garantire il corretto raffreddamento dell’unità e quindi il blocco di una sola delle due ventole è ammesso, nel senso che l’inverter non blocca la produzione di energia.
Negli inverter OUTD poiché la ventola è intera alla carcassa metallica dell’inverter non è possibile effettuare alcuna verifica.
Negli inverter indoor, invece, le ventole sono posizionate sul fianco sinistro della meccanica: in questo caso le ventole sono “accessibili” ed è possibile verificare se sporcizia, insetti, altri corpi estranei hanno bloccato la ventola.
Le cause possono essere essenzialmente due: guasto della ventola, problemi nel cablaggio di alimentazione/lettura velocità della ventola. Nel caso di inverter indoor il blocco della ventola potrebbe essere causato da corpi esterni. In questo caso è consigliabile pulire l’unità con dell’aria compressa (si raccomanda di non utilizzare pressioni troppo elevate che potrebbero danneggiare le ventole).
W0011 Bulk Under Voltage I condensatori di bulk sono i condensatori di uscita dei convertitori di ingresso (DC/DC) ovvero di ingresso del convertitore di uscita (DC/DC). La tensione ai capi di questi condensatori viene monitorata per assicurarsi che non salga a valori pericolosi per i condensatori stessi e che potrebbero causare il danneggiamento dei componenti e quindi il fuori servizio dell’inverter oltre che per assicurarsi che abbia valore sufficiente da permettere il corretto funzionamento dell’inverter. L’allarme (che in realtà è un avviso e non un errore), viene sollevato quando la tensione ai capi dei condensatori di bulk non raggiunge la soglia per il funzionamento dell’inverter (soglia interna non modificabile).
L’allarme può essere causato da cause esterne all’inverter: una tensione di ingresso dell’inverter ridotta (di poco superiore alla tensione di attivazione) ma alla quale non si accompagna una sufficiente disponibilità di potenza da parte del generatore fotovoltaico (condizione tipica delle fasi con scarso irraggiamento) può essere rilevata come condizione di undervoltage di bulk. Se il problema si manifesta in maniera sistematica anche in condizioni di elevato irraggiamento, verificare che la tensione di ingresso dell’inverter sia superiore alla tensione di attivazione; nel caso in cui non lo sia, può essere necessarioi rivedere la configurazione del generatore fotovoltaico (aumentando il numero di pannelli in seire per ciascuna stringa).
L’allarme può essere causato da cause interne all’inverter: un malfunzionamento del circuito di start-up dei convertitori di ingresso (che non riescono a stabilizzare la tensione di bulk al valore corretto) oppure al circuito di misura della tensione di bulk, può causare la generazione dell’allarme. Se il problema si manifesta in maniera sistematica anche in condizioni di elevato irraggiamento e con tensione di ingresso significativamente maggiore della tensione di attivazione, può essere necessario sostituire l’inverter.